Ca' Foscari vince 30 borse Marie Curie per 7 milioni di euro

Venezia, 17 febbraio 2021
vinte 30 borse di studio Marie Curie a UNIVE
... e raggiunge il quarto posto in Europa al pari di Cambridge

 

L'università Ca' Foscari Venezia vola in alto nelle classifiche europee per numero di borse Marie Curie vinte. Con 17 ricercatrici e 13 ricercatori, originari di 14 paesi del mondo che hanno scelto Ca’ Foscari come istituzione ospite, l'ateneo veneziano si posiziona, infatti, al quarto posto al pari di Cambridge nelle classifiche europee. Un ateneo sempre più prestigioso e attrattivo per chi vuole fare ricerca nel nostro paese.

Continuando a battere i propri record, nei giorni scorsi l’ateneo ha festeggiato il finanziamento di 30 nuove borse ‘Marie Skłodowska-Curie’, per un totale di 7 milioni di euro di fondi europei nel prossimo triennio. In competizione (il bando è uscito nel 2020 pre-Brexit) c’erano 11.573 candidature di studiosi da tutto il mondo, ma solo 1.630 hanno ottenuto il finanziamento, che nel complesso ammonta a 328 milioni di euro. In Italia sono 156 i finanziamenti totali.

Prestigiosi anche i partner delle 21 Global Fellowship Cafoscarine: si va dalla University of Nevada, Reno alla University of Maine (USA), alla University of California at Berkeley, alla The University of North Carolina, alla Johns Hopkins Baltimora alla Harvard University, alla Columbia University, alla Kyoto Sangyo University (Japan), alla Standford University per citarne solo alcune. 

Il programma della Commissione europea intitolato alla celebre studiosa Marie Skłodowska-Curie, prima donna premio Nobel, seleziona e finanzia annualmente i talenti più promettenti offrendo loro l’opportunità di condurre un proprio progetto scientifico spostandosi tra istituzioni e paesi.

«È davvero una grande soddisfazione questo risultato, con cui Ca' Foscari si conferma fra i primi atenei in Europa nell'attrarre i talenti della ricerca - commenta la Rettrice Tiziana Lippiello - Un risultato che è il frutto dei nostri continui investimenti per lo sviluppo della carriera di giovani ricercatrici e ricercatori. L'internazionalizzazione continua a essere un asse portante di Ca' Foscari e la compresenza di studiose e studiosi di ogni nazionalità un elemento di grande stimolo per lo sviluppo della ricerca innovativa. Mi fa doppiamente piacere perché ciò avviene in un contesto come quello veneziano, da sempre incrocio di civiltà, e in un momento complesso come quello attuale. Cresce dunque la nostra comunità scientifica e con essa anche l'interesse per la nostra città, in linea con la sua tradizione cosmopolita»

Approfondimenti su www.unive.it

La redazione

 

Sei Socio AICUN? Segnala le iniziative della tua università a redazione@aicun.it 

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo su:

Articolo precedente

Unict 2021 guarda al futuro

Ti potrebbe interessare anche

Catania in streaming
Diretta streaming video, 10 novembre 2020 ore 10.30
Roma, 25 settembre 2020
Milano, 3 giugno 2020
Milano, 25 maggio 2020
Milano, 22 agosto 2019
Milano, 30 maggio 2019